Questo è un autunno   Leave a comment

Accantona in bordo di linee

questo vento spazza cielo

le foglie asciutte dei platani

sembra ordinarle per gradi di giallo

che i rossi delle viti macerano ormai

E’ un soffio teso di freddo

sfarfallano gli ultimi ovali d’acacia

sfavilla la nudità del caco

quando mostra i suoi pomi

Sciami di piccole ali brividano nell’aria

è festa di semi

La mia raccolta è sommessa preghiera

un rito vitale, una speranza

 

Annunci

Pubblicato 14 novembre 2017 da tamatoni in Senza categoria

Mosche   Leave a comment

Migrano le mosche in aree di tepore

anfratti tiepidi

leccornie al bordo d’un bicchiere

transumanza dalle foglie alle tende in piega

negli angoli caldi della cucina

per visitare i bordi delle tazze

gli umori delle mele

le macchie di succulenza

 

Immobile osservo questi attimi di vita

inevitabile parte la caccia per liberare il territorio

un pezzo del mio tempo

una tranquilla pausa a stoviglie ancora sparse

difficile la lotta con le mosche

Quella nocchiera avanza sul tavolo

devia, ritorna, s’alza

provoca la mano, azzardo bastardo

l’ampiezza d’attacco è letale

muore una mosca, ne arrivano altre

Devo allearmi con il gelo

 

Pubblicato 30 ottobre 2017 da tamatoni in Senza categoria

Leoni   Leave a comment

Trafigge il tempo il desiderio di porre leoni

su colonne e poggi

antichizare viali con bossi a squadra

lasciare spazio alle ombre che s’allunghino al tramonto

senza ostacoli

Son leoni a guardia d’un libro

sapienza e sensibilità di pochi

guardiani dello scritto, del sacrificio, del sogno

della nostra storia fatta di pietre

Pubblicato 18 ottobre 2017 da tamatoni in Senza categoria

Fico   Leave a comment

Il paradiso di quel fico

dove l’ombra della luce parata dalle foglie

illumina il via vai di mosche e calabroni

dove i fichi mosci dall’arsura

s’asciugano in rughe di zucchero

quel mondo dove i moscerini vivono l’euforia d’un giorno

le vespe pungono i fichi

e i calabroni bocconcellano euforici

il dolce d’uno zucchero infinito

è una mistura di energia, intreccio senza fine

Pubblicato 9 settembre 2017 da tamatoni in Senza categoria

Alito caldo   Leave a comment

Come lingua di vulcano quest’aria di fuoco

invade, s’insinua in vampe di movimento

rufola tra i rami, sventola le foglie

arde, brucia, infuoca

tortura le piante

Le erbe avvizzite s’arrotolano nella terra

impero di lucertole

schiusa d’uova d’insetti

in cerca di bere gocce del mio sudore

Pubblicato 9 settembre 2017 da tamatoni in Senza categoria

Luce di luna   Leave a comment

Scende in riflesso questa luce di luna

pare ammantare le cose

rifasciarle, renderle gelatinose

amalgamate da una colla luminescente

Sulle fronde un effetto cascata, luce candita

ombrello al buio fitto

riparo al cinghiale che unisce il grufolo alle gocce rade

della luce infiltrante per dar di muso al recinto

Oltre, il paradiso delle susine

lo scarico putrido della casa

la quercia su cui raschiare la schiena

e l’ombra netta che nasconde e proietta

in dimensione di luce di luna

Pubblicato 9 settembre 2017 da tamatoni in Senza categoria

Cicaleccio   Leave a comment

Suono d’arpa dalle corde corte

stonato, intenso, vibrato

nella moltiplicazione d’un bugno

Occupa lo spazio questo richiamo

L’altre ali ferme tra le fronde

voleranno nell’alba

Ogni frinire è un lancio d’onde, una padronanza, un dire

un imporre al tempo ed al luogo

un bisogno d’amore

Questo cicaleccio maschile fiaba l’amore

attrae, sottolinea un riposo

Pubblicato 16 agosto 2017 da tamatoni in Senza categoria